Itinerari in Toscana

Ecco alcune idee per gli itinerari in Toscana: brevi suggerimenti per organizzare qualche interessante visita, in alternativa alle giornate di relax al mare.
Una meta all’insegna della natura, è certo quella della Montagna Pistoiese e del Libro Aperto: una zona verde, caratterizzata dal Monte Belvedere e dal Monte Rotondo, fatta di colline, sentieri e corsi d’acqua, ideali per praticare trekking, passeggiate e organizzare pratici e divertenti pranzi al sacco.Lungo questo itinerario è possibile ammirare alcuni esemplari di flora e fauna tipici della regione Toscana. Una seconda idea per una giornata nel verde, è il Lago Scaffaiolo, con sentieri e rifugi, funivia e lago: uno scorcio di montagna molto organizzato e frequentato sin dall’antichità, d’estate e nella stagione fredda.

Il Chianti Senese è tra i percorsi forse quello più suggestivo: 90 km consentono di attraversare Siena, Castellina, Radda, Castelnuovo, Monteaperti, e fare ritorno al punto di partenza. Lungo questo itinerario si ha la possibilità di ammirare resti etruschi, borghi, reperti archeologici e tutta la bellezza del luogo, dove la natura ed il rispetto che l’uomo ha sempre avuto per essa, trova la sua massima espr
Queste zone sono particolarmente legate alle loro tradizioni, ed è frequente imbattersi in fiere, manifestazioni a carattere medioevale, cerimonie e giochi d’epoca cui partecipa tutta la popolazione locale.

Il Chianti è ricco di agriturismi, colline, uliveti e splendidi sentieri, ideali per le passeggiate, l’equitazione ed il cicloturismo.

Firenze è il capoluogo della regione, ed è la culla dell’arte e della tradizione: un ideale itinerario potrebbe essere scandito dalla vita e dalle opere di Michelangelo, per una serie di tappe all’insegna della storia e delle bellezze create e lasciate dall’uomo, per gli altri uomini.

A Firenze dunque si può iniziare la visita dal David, un’imponente scultura di 4 metri, conservata e custodita al Museo dell’Accademia di via Ricasoli; la Pietà si trova dietro l’altare maggiore del Duomo cittadino, mentre la Madonna della Scala è collocata nella Casa Buonarroti.

La visita può proseguire quindi verso la Biblioteca Laurenziana, visitabile tutto l’anno, e il celebre Tondo Doni, che si trova presso gli Uffizi di Firenze (ideale è prenotare l’ingresso per limitare l’attesa e le code). L’itinerario di Michelangelo prosegue con il Tondo Pitti, conservato al Museo Nazionale del Bargello insieme al David Apollo, la scultura dell’Apostolo Matteo, sempre presso il Museo dell’Accademia, ed infine la Vittoria, che si trova nel Salone dei Cinquecento.

La Toscana è talmente ricca di città d’arte e bellezze paesaggistiche, che nessuna guida può essere esauriente e completa: pochi giorni non bastano per conoscere questa regione come merita, ma ogni turista che ha avuto occasione di recarsi in Toscana, per piacere o per lavoro, ha sempre fatto in modo di tornarci. La Toscana è accogliente ed ospitale: è stata la culla dell’arte e della storia, e si prende cura dei suoi turisti, così come ha sempre fatto con tutti i suoi abitanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *