La riviera pisana

La riviera pisana, piccola porzione della costa toscana, è un paesaggio semplicemente unico e davvero particolare.
Estendosi, infatti, da Calambrone al fiume Serchio, ed avendo pertanto una posizione prettamente baricentrica, la riviera pisana si presenta come una costa, una serie di spiaggie, ravvicinatissime a boschi, parchi e pinete.
A pochi passi dalla spiaggia, potrete ammirare la fitta flora e la fitta fauna del luogo: pini, pioppi, querce; ma anche volpi, daini e caprioli, qui la natura è davvero “amica dell’uomo”, anzi, del turista.
In particolare, la parte naturale più importante è la tenuta di San Rossore, da Viareggio a Livorno, era il bosco del re d’Italia: fu proprio lui ad introdurre la flora e la fauna che adesso sono tipici del luogo.
Attraversabile con l’apposito trenino organizzato dal parco, ma anche a piedi o in bicicletta, è sicuramente l’attrazione preferita della zona.
Tante culture hanno poi lasciato il loro indelebile segno in questa terra che pertanto, ad oggi, si presenta anche ricca e fitta di monumenti, chiese, luoghi di cultura ecc.
Terra orientata principalmente al relax, offre anche un ottima cucina, basata sul pesce, pescato direttamente dal fiume Arno: in particolare, le anguille locali, sono il piatto tipico.Le coltivazioni qui nella riviera pisana, sono inoltre orientate prevalentemente al vino, tipico e delizioso.

Per quanto riguarda il clima del luogo, è prettamente mite.
Molto soleggiata, la riviera pisana è interessata dalle piogge prevalentemente in autunno e primavera, mentre in estate solitamente, le nuvole non sono di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *