Spiaggia di Marina di Campo

Spiaggia Marina di Campo
Spiaggia Marina di Campo

Lungo il versante Sud Ovest dell’Isola d’Elba troviamo la spiaggia di Marina di Campo, una delle più rinomate dell’isola grazie anche alla sua vastità. Come le altre spiagge della stessa area territoriale, come Seccheto, la spiaggia di Cavoli e la spiaggia di Fetovaia, anche qui la posizione fortunata, nella grande insenatura protetta dal mare aperto, permette una vacanza all’insegna del piacere di mare e sole caldi e costanti per tutta la durata della stagione. Un ottima meta per gli amanti delle comodità della vita da spiaggia, data la presenza di numerose stazioni balneari dove trovare ombrelloni lettini e sdraio, la spiaggia di Marina di Campo è anche il luogo ideale per gli sport acquatici.

Anche gli appassionati di fondali troveranno modo di soddisfare la loro passione, spingendosi fin oltre il porticciolo all’estremità est dell’insenatura, dove inizia la costa di rocce granitiche, levigate dal vento e dal mare, che sprofondano in mare offrendo riparo e rifugio a notevoli varietà di esemplari di fauna e flora marina.

Un luogo ideale Marina di Campo anche per trascorrere le proprie vacanze all’Isola d’Elba, vicino ad altre spiagge celebri come quelle citate, ed alle altre attrattive che offre l’isola ai suoi numerosi visitatori. Il paesino alle spalle della lunga linea di spiagge è ricco di strutture alberghiere, e lungo la costa non mancano accoglienti campeggi per chi vuole soggiornare a poca distanza dal mare.

Vivace ed eccitante anche la vita notturna, da trascorrere nei tanti locali lungo la costa, a partire dalle prime ore della sera, quando il tramonto sul mare offre uno spettacolo strepitoso.

Spiaggia Cavoli Livorno

Esposta sulla costa a sud dell’Isola d’Elba, la spiaggia di Cavoli è una delle più frequentate dell’isola anche in bassa stagione.

La sua posizione infatti permette alla spiaggia di essere protetta dai venti freddi del nord e dalle correnti, che la lambiscono solo al largo.

Si tratta di una sorta di anfiteatro naturale di grande interesse paesaggistico, cui contribuiscono diverse caratteristiche. Prima di tutto le acque del mare, limpide pulite e cristalline, e poi il dolce arenile di sabbia grossolana.

Mare all'Elba
Mare all'Elba

I promontori che racchiudono la spiaggia, si sviluppano in una serie di scogliere che si allargano alla sinistra ed alla destra del tratto sabbioso. Un motivo in più di fascino per gli appassionati di immersioni che trovano lungo le pareti rocciose fondali interessanti e ricchissimi di fauna marina.

La spiaggia di Cavoli deve il suo nome così particolare ad una deformazione dell’antico termine di cavili, con cui si denominavano i blocchi di granito che un tempo venivano lavorati e scavati nel territorio circostante. Ottime le possibilità di soggiorno e le comodità della vita da spiaggia grazie ai tanti stabilimenti balneari che si aprono sul mare.

Intorno alla spiaggia interessanti escursioni, tra queste la Grotta Azzurra, raggiungibile in barca, e, nell’entroterra, attraverso comodi sentieri percorribili a piedi o in bicicletta, la testimonianza dell’antica attività estrattiva del granito, nelle antiche cave, alcune di epoca romana, e nei resti della lavorazione della pietra.

Spiaggia di Pomonte

La costa occidentale dell’Isola d’Elba, che si estende lungo le pendici del Monte Capanne è caratterizzata dalla scarsa presenza di lunghe spiagge ed insenature, il che però non significa che i visitatori non possano trovarvi una sistemazione interessante e piacevole per trascorrere qualche giornata al mare.

Spiagge di Pomonte
Spiagge di Pomonte

Se mancano le lunghe spiagge di sabbia fine, i dintorni di Pomonte sono caratterizzati da splendide calette e spiaggette di ciottoli che si susseguono l’una dopo l’altra, alcune raggiungibili via terra, attraverso sentieri di facile percorribilità, mentre altre, isolate, incontaminate e selvagge, solo via mare.

Piacevolissimi i fondali, con un’attrattiva unica nel suo genere, il relitto di una nave mercantile affondata negli anni ’70 e che ora giace a circa 10 metri di profondità a poca distanza dalla costa. Un appuntamento immancabile per gli appassionati di immersioni, oggi che il relitto è diventato casa e rifugio per numerose creature marine.

Da citare anche le altre località facilmente raggiungibili da Pomonte, come Quartiere ed Ogliera, mentre per i luoghi più appartati ed irraggiungibili basta rivolgersi alle strutture alberghiere di Pomonte che offrono possibilità di escursioni, sia in zona che nelle ampie spiagge che si trovano lungo la costa sud dell’Isola d’Elba, come Fetovaia, Seccheto e Cavoli, le più conosciute e rinomate di quest’area dell’isola.

Pur essendo spiagge di piccole dimensioni non mancano, soprattutto sulla spiaggia del Quartiere, gli stabilimenti balneari, per chi desidera maggiori comodità durante la permanenza in spiaggia.

Spiaggia Isola di Giannutri

L’isola di Giannutri rappresenta una bella escursione da compiere per coloro che sono in vacanza sulla costa toscana o sull’Isola del Giglio.

Giannutri
Giannutri

Si tratta di un’estensione ridotta di territorio emerso che sin dall’antichità è stato frequentato dall’uomo. In particolare restano ancora diversi resti di una sontuosa villa di epoca romana che si innalza davanti ad una delle due insenature che costituiscono gli approdi naturali dell’isola, dove restano anche evidenti tracce dell’antico porticciolo romano.

Disabitata per secoli l’isola è sempre stata rifugio di naviganti e pirati, che la usavano come base di partenza per le loro scorrerie sulla costa toscana. Oggi inserita all’interno di un’area protetta, il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, l’isola di Giannutri è un’ottima meta per gli escursionisti in cerca di paesaggi incontaminati e ricchi di esemplari floro-faunistici preziosi, come i tanti uccelli migratori che sostano sull’isola durante le migrazioni invernali.

Oltre a due incantevoli spiagge, che si aprono nelle due grandi insenature dell’isola, sono presenti numerose grotte ed ottimi fondali, che hanno fatto di Giannutri una meta imperdibile per gli appassionati di immersioni, che qui possono ammirare un panorama marino genuino dove tantissime specie vivono indisturbate.

Soprattutto durante il periodo estivo è facile raggiungerla grazie ai servizi di escursione forniti da diversi privati e compagnie di navigazione, anche se, per preservarne intatta la natura il numero dei visitatori non può superare le 300 unità al giorno. Pur non essendoci alberghi, per chi volesse è anche possibile pernottare in strutture di accoglienza presenti sull’isola.

Spiaggia Isola del Giglio

L’isola del Giglio è sicuramente una meta appassionante per gli appassionati di immersioni. Ciò per via dei bellissimi fondali che si possono trovare lungo tutta la costa intorno all’isola, che oltre a presentare magnifici panorami marini sono anche particolarmente facili anche per coloro che sono alle prime armi con maschera bombole e pinne.

Isola del Giglio
Isola del Giglio

Ma oltre a questo aspetto particolare l’isola rappresenta anche una meta interessantissima per gli amanti di sole e mare. Sull’isola ci sono diverse spiagge da visitare, la più grande Campese, è celebre per la colorazione particolare della sabbia, dalle sfumature rossastre, e per gli incredibili giochi di luci che si possono ammirare nelle ore del tramonto.

Sabbia bianchissima e fine anche per Cala delle Cannelle, che si può raggiungere sia in barca sia con una piacevole e breve passeggiata a piedi partendo dal paese. Cala Arenella e spiaggia delle Caldane sono quelle più esclusive ed appartate, raggiungibili anch’esse comodamente via mare o via terra, ed adatte soprattutto a chi cerca pace e relax perchè, anche nel pieno della stagione balneare raramente sono affollate.

L’isola del Giglio offre altri tratti di costa interessanti, calette, insenature che si possono raggiungere con l’aiuto dei servizi di escursioni offerti dai barcaioli locali. Da non perdere anche una visita al paese, Giglio Porto, di origini medievali con l’interessante borgo medievale che si affaccia sullo splendido e pittoresco anfiteatro di case che dominano sul porto.

E’ possibile dal porto raggiungere anche, in escursione giornaliera, la piccola isola di Giannutri, dove si trovano i resti di antiche strutture edilizie di epoca romana.

Spiaggia di Fetovaia

Quasi all’estremità occidentale della costa sud dell’Isola d’Elba una spiaggia di sicuro interesse è Fetovaia, una lunga striscia di sabbia granitica, a grana fine, che d’estate diventa un vero e proprio luogo di appuntamento per centinaia di turisti.

Spiaggia di Fetovaia
Spiaggia di Fetovaia

Il motivo è semplice, da un lato la bellezza delle acque, che, come del resto tutto intorno all’Isola d’Elba, sono caratterizzate da pulizia e trasparenza cristallina, dall’altro la presenza, sul piacevole manto sabbioso, di tante strutture per l’accoglienza dei bagnanti, compresi stabilimenti balneari, caffè, ristoranti, e noleggio di attrezzature per gli sport acquatici.

Particolarmente bello il panorama nel suo complesso, con la spiaggia racchiusa da due lunghe strisce di terra, ad ovest ed a est, ed alle spalle un promontorio ricco della vegetazione tipica della macchia mediterranea. Alle spalle di questo, immerse nella natura, le strutture alberghiere e turistiche, ideali per chi vule trascorrere le vacanze nella tranquillità e nel silenzio, lontano dai centri urbani dell’isola.

La cittadina più vicina è Seccheto, anch’essa una meta privilegiata delle vacanze estive per via della piccola spiaggia e per un’attrazione naturale singolare, le cosiddette “piscine”, vasche di granito originate da antichi lavori estrattivi che, riempiendosi di acqua hanno formato una sorta di piscina naturale.

L’esposizione a sud di Fetovaia, in quella che viene da taluni definita come la “costa del sole” dell’Isola d’Elba, è l’ideale anche in bassa stagione, ed è una meta di sicuro interessa anche per appassionati di windsurf ed immersioni.

Spiaggia Biodola

La spiaggia di Biodola si sviluppa per una lunghezza di circa 600 metri al fondo dell’omonimo golfo, sul versante nord dell’Isola d’Elba. Tra le mete turistiche privilegiate dell’isola, amata dai bagnanti per via della morbida distesa di sabbia che digrada dolcemente con basso fondale verso il largo, ed quindi è l’ideale per le famiglie ed i bambini che troveranno ottime strutture di accoglienza nei tanti stabilimenti balneari forniti di tutte le comodità.

Spiaggia Biodola

E’ una località molto apprezzata anche dagli amanti degli sport acquatici, in particolare per gli appassionati di windsurf, ed i suoi fondali regalano emozionanti sorprese agli appassionati di immersioni e snorkeling.

Il Golfo della Biodola comprende altre spiagge molto piacevoli, tra le quali Scaglieri, raggiungibile al di là di un breve tratto di scogliera, e rinomata per tranquillità e silenzio che offrono ai bagnanti anche durante la stagione estiva. E la spiaggia di Forno.

Da almeno trent’anni il Golfo della Biodola si è sviluppato grazie al turismo, e ciò ha fatto si che nell’area siano cresciute molte infrastrutture di accoglienza, cosicchè oggi chi vuole trascorrere una piacevole vacanza all’Isola d’Elba potrà valutare il soggiorno a Biodola come una delle soluzioni ottimali.

Non molto distante, si possono raggiungere altre interessanti località, come il Viticcio, poco più a est, caratterizzato da un litorale di scogliere tra le quali si aprono preziose calette di ghiaia, oppure, a ovest, il Procchio, una delle più grandi dell’isola d’Elba.

Spiaggia Cala Violina Toscana

Il Golfo di Follonica racchiude alcune delle più belle spiagge della Toscana, località celebri come Cala Violina, Torre Mozza, La Polveriera o Cala Martina.

Golfo di Follonica

E’ un angolo di mare incontaminato, protetto da una grande pineta e bosco di macchia mediterranea che isola il magnifico panorama dal mondo circostante.

Cala Violina deve la sua fama ad una serie di caratteristiche, tra le quali giocano sicuramente un ruolo d’importanza notevole la bella spiaggia di sabbia bianca e finissima, che si apre a semicerchio su un mare limpido e trasparente.

Raggiungerla non è difficile, seguendo le indicazioni che si possono trovare percorrendo, in direzione della bella cittadina di Castiglione della Pescaia, la Strada delle Collacchie.

Sia che si scelga il percorso più lungo, di circa 4 chilometri, che quello più breve di 2 chilometri, l’ultimo tratto di strada, per raggiungere la spiaggia dovrà essere fatto a piedi, o al massimo in bicicletta. Una passeggiata ristoratrice però, ed assolutamente imperdibile per coloro che amano i paesaggi incontaminati e le vedute del mare tra promontori costieri ricchi di pinete tra i quali improvvisamente si apre un fantastico panorama di mare.

Una volta giunti in spiaggia, si potrà assaporare la bellezza delle acque e dei fondali, ricchi di posidonia, un’alga molto diffusa soprattutto dove il mare è pulito, rifugio di tantissimi pesci e creature marine che faranno la gioia degli appassionati di immersioni.

Vuole una tradizione che la spiaggia debba il suo nome al particolare, sonoro fruscio che la sabbia finissima emette al passaggio dei piedi nudi, simile, appunto, allo stridere delle corde di un violino.