Toscana

Spiaggia di Cala Violina

Vuole la tradizione che Cala Violina della il suo nome al particolare suono che emette la sabbia bianca e finissima che si estende in questo particolare ed affascinante tratto di costa nel cuore del Golfo di Follonica.

Spiagge toscane

Sembra infatti che camminando a piedi nudi sulla sabbia questa emetta un sibilo che ad alcuni ricorda il soffio delle corde di violino. Un’emozione sottile e sublime, che ben si sposa con le suggestive caratteristiche di questo angolo di mare.

Racchiusa tra due promontori, la spiaggia di Cala Violina appare agli occhi del visitatore solo dopo una camminata nella pineta retrostante, che tra l’ombra dei pini marittimi, e gli improvvisi squarci di luce che illuminano le curve panoramiche, sembra preparare il visitatore allo sfoggio di bellezza che si troverà davanti una volta raggiunto il mare.

Pregiatissimi i fondali, visibili anche ad occhio nudo dall’alto grazie alla candida trasparenza delle acque, rinomati presso gli appassionati di pesca ed immersioni per la grande quantità di pesci che si aggirano e giocano a nascondersi tra i cespugli dell’alga Posidonia.

Per le famiglie con bambini è un punto di approdo ideale, perchè il fondale digrada dolcemente nel mare, permettendo anche ai meno esperti di tuffarsi e divertirsi in tutta sicurezza.

Alle spalle della spiaggia si possono trovare comodissime strutture da picnic, tavoli e panchine, per concedersi un piacevole spuntino all’ombra dei pini. Durante la stagione estiva, per i più pigri, è previsto anche un comodo servizio di navetta.

Spiaggia Marina di Punta Ala

Sicuramente una delle mete più esclusive della costa toscana, Punta Ala e la sua marina conservano intatto il fascino di un panorama costiero immacolato e selvaggio. Qui le spiagge, i borghi medievali, il porticciolo turistico ed i tanti residence ed appartamenti, sono immersi nello splendore di pinete odorose dei profumi della macchia mediterranea.

Punta Ala

Una sensazione di libertà e di incanto che coglie il visitatore che si avventura tra strade sterrate e passeggiate costiere attraverso le quali raggiungere le spiagge che si aprono come preziosi gioielli allo sguardo estasiato e felice di chi ha percorso i pochi chilometri che lo separano dal mare.

Dotata di un porticciolo turistico rinomato presso tutti gli appassionati di vela, Punta Ala è l’approdo mondano di un turismo all’insegna del piacere, del silenzio e della tranquillità. Non mancano, oltre alle tante strutture turistiche esclusive, anche campeggi e pensioni, con prezzi alla portata di tutti.

Una vacanza ideale tra mare e sole, con la possibilità di emozio0nanti escursioni tra le calette nascoste lungo la costa, i parchi naturali e le aree protette dell’entroterra, e le tante cittadine ed i borghi medievali ricchi di attrattive artistiche ed architettoniche.

Caratteristiche della Marina di Punta Ala le torri di guardia ed il Castello di Punta Ala, strutture difensive volute nel corso del 1500 per proteggere le coste dalle incursioni dei pirati e dei saraceni e che ancora oggi dominano il paesaggio circostante, sorvegliando silenziose il divertimento dei bagnanti e dei turisti.



Sicuramente una delle mete più esclusive della costa toscana, Punta Ala e la sua marina conservano intatto il fascino di un panorama costiero immacolato e selvaggio. Qui le spiagge, i borghi medievali, il porticciolo turistico ed i tanti residence ed appartamenti, sono immersi nello splendore di pinete odorose dei profumi della macchia mediterranea.

Spiaggia Biodola

La spiaggia di Biodola si sviluppa per una lunghezza di circa 600 metri al fondo dell’omonimo golfo, sul versante nord dell’Isola d’Elba. Tra le mete turistiche privilegiate dell’isola, amata dai bagnanti per via della morbida distesa di sabbia che digrada dolcemente con basso fondale verso il largo, ed quindi è l’ideale per le famiglie ed i bambini che troveranno ottime strutture di accoglienza nei tanti stabilimenti balneari forniti di tutte le comodità.

Spiaggia Biodola

E’ una località molto apprezzata anche dagli amanti degli sport acquatici, in particolare per gli appassionati di windsurf, ed i suoi fondali regalano emozionanti sorprese agli appassionati di immersioni e snorkeling.

Il Golfo della Biodola comprende altre spiagge molto piacevoli, tra le quali Scaglieri, raggiungibile al di là di un breve tratto di scogliera, e rinomata per tranquillità e silenzio che offrono ai bagnanti anche durante la stagione estiva. E la spiaggia di Forno.

Da almeno trent’anni il Golfo della Biodola si è sviluppato grazie al turismo, e ciò ha fatto si che nell’area siano cresciute molte infrastrutture di accoglienza, cosicchè oggi chi vuole trascorrere una piacevole vacanza all’Isola d’Elba potrà valutare il soggiorno a Biodola come una delle soluzioni ottimali.

Non molto distante, si possono raggiungere altre interessanti località, come il Viticcio, poco più a est, caratterizzato da un litorale di scogliere tra le quali si aprono preziose calette di ghiaia, oppure, a ovest, il Procchio, una delle più grandi dell’isola d’Elba.

Spiaggia di Calambrone

La spiaggia di Calambrone si trova nel territorio costiero che lega le due provincie toscane di Pisa e di Livorno, tra Marina di Pisa ed il comune di Tirrenia.

Spiaggia di Calambrone
Spiaggia di Calambrone

Una spiaggia di dimensioni considerevoli, costituita di sabbia finissima dalle sfumature cromatiche dorate e bianche, che si allarga in alcuni tratti fino ai 50 metri prima di toccare le acque del mare.

Dietro alla spiaggia una striscia di dune costiere, ricche di vegetazione e di fauna ed una lunga serie di grandi colonie balneari, originarie degli anni ’30, alcune delle quali giacciono oggi in stato di abbandono. Un panorama malinconico talvolta ma molto suggestivo, soprattutto per la particolarità degli edifici, testimonianza di un’epoca suggestiva dell’architettura tra le due guerre.

Un mare particolarmente calmo e caldo, ideale per le famiglie con i bambini ma anche per coloro che amano la tranquillità. Basta allontanarsi di qualche centinaio di metri dai punti di accesso, dove si lasciano parcheggiate le auto, e subito la folla si diraderà, offrendo così l’opportunità di calma e relax a coloro che rifuggono dai grandi affollamenti di alcune località balneari.

Poco lontano, al di là di un canale che si inoltra nell’interno e che offre interessanti scorci paesaggistici ed una nutrita colonia di uccelli migratori e stanziali, si possono intravedere le strutture portuali di Livorno.

La grande spiaggia, e l’esposizione ai venti fanno di Calambrone un luogo ideale anche per gli appassionati degli sport velici, in primo luogo il windsurf.

Spiaggia Cala Violina Toscana

Il Golfo di Follonica racchiude alcune delle più belle spiagge della Toscana, località celebri come Cala Violina, Torre Mozza, La Polveriera o Cala Martina.

Golfo di Follonica

E’ un angolo di mare incontaminato, protetto da una grande pineta e bosco di macchia mediterranea che isola il magnifico panorama dal mondo circostante.

Cala Violina deve la sua fama ad una serie di caratteristiche, tra le quali giocano sicuramente un ruolo d’importanza notevole la bella spiaggia di sabbia bianca e finissima, che si apre a semicerchio su un mare limpido e trasparente.

Raggiungerla non è difficile, seguendo le indicazioni che si possono trovare percorrendo, in direzione della bella cittadina di Castiglione della Pescaia, la Strada delle Collacchie.

Sia che si scelga il percorso più lungo, di circa 4 chilometri, che quello più breve di 2 chilometri, l’ultimo tratto di strada, per raggiungere la spiaggia dovrà essere fatto a piedi, o al massimo in bicicletta. Una passeggiata ristoratrice però, ed assolutamente imperdibile per coloro che amano i paesaggi incontaminati e le vedute del mare tra promontori costieri ricchi di pinete tra i quali improvvisamente si apre un fantastico panorama di mare.

Una volta giunti in spiaggia, si potrà assaporare la bellezza delle acque e dei fondali, ricchi di posidonia, un’alga molto diffusa soprattutto dove il mare è pulito, rifugio di tantissimi pesci e creature marine che faranno la gioia degli appassionati di immersioni.

Vuole una tradizione che la spiaggia debba il suo nome al particolare, sonoro fruscio che la sabbia finissima emette al passaggio dei piedi nudi, simile, appunto, allo stridere delle corde di un violino.